Altro

    Seppellire gli animali di affezione con i loro padroni: è possibile?

    Dalla Lombardia una importante novità per tutti gli amanti degli animali, che speriamo possa presto essere imitata da altre regioni italiane.

    L’eterno problema dei danni cagionati da fauna selvatica: nuovo orientamento della Cassazione

    Un nuovo orientamento della Cassazione interviene su un tema complesso, cercando un bilanciamento di interessi tra dottrina e giurisprudenza.

    Si parte per le vacanze!

    Tutte le regole e accortezze da conoscere per viaggiare in compagnia dei nostri amici su aerei, treni, navi e altri mezzi di trasporto.

    Detenzione di animali d’affezione in Cina

    In questo paese immenso le regole variano a livello locale. Nonostante la Cina non si possa definire "pet friendly", qualcosa sta cambiando.

    Umani e animali in condominio: in particolare, l’uso dell’ascensore

    Una sentenza del Tribunale di Monza chiarisce che i regolamenti condominiali non possono vietare l'accesso all'ascensore insieme ai quattrozampe.

    Il Consiglio regionale lombardo il 19 febbraio 2019 ha approvato, a maggioranza, una modifica importante al Testo Unico delle leggi regionali in materia di sanità, Legge regionale 30 dicembre 2009, n. 33, con riguardo ai servizi funebri e cimiteriali.

    Fra le nuove disposizioni introdotte, una è di particolare interesse per gli amanti degli animali: su richiesta o per volontà del defunto o degli eredi, sarà possibile tumulare — previa cremazione e in teca separata — gli animali da affezione, nello stesso loculo del defunto o nella tomba di famiglia.

    Una piccola ma significativa novità introdotta nell’ottica di un sempre maggiore riconoscimento dei nostri compagni di vita quali esseri senzienti, e non meri oggetti.

    Vediamo la norma nel dettaglio.

    L’articolo 75 del Testo Unico, “Cimiteri e spazi per i funerali”, al comma 13, recita testualmente: «Gli animali da affezione, per volontà del defunto o su richiesta degli eredi, possono essere tumulati in teca separata, previa cremazione, nello stesso loculo del defunto o nella tomba di famiglia, secondo le disposizioni contenute nell’art. 76 — regolamento d’attuazione — e nel regolamento comunal

    L’animale dovrà essere cremato in appositi centri autorizzati e raccolte in urne separate e, come indica la lettera della norma, tumulate nel proprio loculo o nella tomba di famiglia. Per ottenere la sepoltura del proprio animale occorre farne richiesta all’ufficio preposto del proprio comune di residenza. Le stesse imprese funebri possono occuparsi del disbrigo delle pratiche.

    Ci sono altre regioni italiane che lo prevedono?

    Tra le novità che ci ha portato l’anno 2020, vi è l’iniziativa intrapresa in Liguria che ha seguito l’esempio lombardo ovvero quella di consentire, anche nella regione ligure, la sepoltura degli animali domestici insieme ai loro padroni.

    Con una nuova legge sulle attività funebri e cimiteriali, infatti, approvata in data 29 giugno 2020, viene consentita la sepoltura delle ceneri degli animali d’affezione insieme al defunto. Gli animali da affezione cremati – purché le ceneri siano racchiuse in urne apposite – potranno essere tumulati insieme ai padroni.

    Nella speranza che anche altre regioni seguano l’esempio di un gesto di grande civiltà e sensibilità, non si possono non ricordare le parole di Maria Grazia Ciani: «I morti, si sa, scendono nell’Ade. Ma dove vanno i fantasmi degli animali, dei compagni più amati, che non hanno diritto di asilo in alcun luogo dopo la morte? Dove, se non sulla soglia di casa, a guardia e in attesa? Quello è il suo posto, il posto del cane fedele, che non capisce ma non dubita e non dispera. Attende»

    Avv. Elisa Scarpino
    Avvocato in Varese, redattore per il portale Sololibri.net e consapevole che, per dirla con le parole di una grande anima, il Mahatma Mohandas Karamchand Ghandi, «Grandezza e progresso morale di una nazione si possono giudicare dal modo in cui tratta gli animali».

    La Grecia vieta la macellazione dei cavalli, mentre in Italia…

    La Grecia equipara i cavalli a cani e gatti. Si tratta di un esempio unico in Europa, mentre in Italia proposte di legge analoghrestano nei cassetti.

    La libertà del gatto finisce dove inizia la libertà dei condomini

    A certe condizioni, possiamo lasciare che il nostro gatto circoli liberamente nel condominio, assecondando il suo spirito di libertà.

    Lockdown: come l’hanno vissuto gli animali?

    Il respiro di sollievo delle altre specie e della Terra

    “Ora d’aria” dei cani introdotta per legge in Germania?

    La proposta della Ministra dell'Agricoltura tedesca è stata accolta con toni trionfali. Ma siamo certi che sia una buona notizia?

    Il caso del pitbull Rocky e l’importanza dello smartphone

    Ciascuno di noi può trasformarsi in investigatore, raccogliendo elementi di prova utili anche per supportare la magistratura e fare giustizia.

    Attenti al cane: obbligo o precauzione?

    Il cartello serve a mettere in guarda i terzi: se questi entrano senza autorizzazione, il proprietario non risponde dell'eventuale aggressione.

    Newsletter

    Newsletter

    Send this to a friend