Altro

    Peluche come metafora degli animali destinati al macello

    Mentre in Italia fa discutere l’iniziativa di un’associazione antispecista toscana he aveva fatto affiggere manifesti che mostrano un bambolotto smembrato in una vaschetta di polistirolo, dall’America arriva l’ultima geniale provocazione di Banksy.

    La nuova impressionante trovata del celebre britannico e attivista politico, in questo periodo in trasferta a New York, è nientemeno che un camion per il trasporto di animali verso i macelli, carico di peluche di vari animali sfruttati dall’uomo come “carne”, che prendono vita e si contorcono grottescamente, emettono striduli grugniti e lanciano occhiate verso i passanti.

    Un’installazione di sicuro effetto che, a quanto si legge sul blog dell’artista, percorrerà per le prossime due settimane le strade della Grande Mela, partendo dal Meatpacking District, l’area di New York dove storicamente sorsero le prime industrie di macellazione di animali per consumo alimentare.

    Di seguito un video che mostra il camion in giro per le strade di New York e alcune turbate reazioni dei passanti.

    https://youtu.be/WDIz7mEJOeA

    Alessandro Ricciutihttp://www.alessandroricciuti.it
    Avvocato, attivista, presidente di Animal Law Italia.

    Peluche come metafora degli animali destinati al macello