L’Inghilterra regola le compravendite di cuccioli

Da leggere

La Cina ufficializza il bando alla vendita di carne di cane

Il 26 maggio è stata diffusa dal Ministero dell'Agricoltura una versione aggiornata dell'elenco delle "risorse genetiche di bestiame e pollame", che esclude i cani dalla lista di specie per le quali è consentita la riproduzione, l'allevamento, la compravendita e il trasporto per finalità commerciali.

USA: milioni di animali sani verranno soppressi negli allevamenti

Decine di macelli sono chiusi per epidemia e molti allevatori stanno uccidendo gli animali "in eccesso" che non riescono a macellare. Gli allevamenti intensivi funzionano secondo logiche industriali ma la “produzione” di animali non si può arresta spingendo dei bottoni.

Hong Kong: sequestrati due enormi carichi di pinne di squalo

Ben 26 tonnellate di pinne essiccate, provenienti da circa 38.500 squali. Si tratta del più grande sequestro nella storia dell'ex colonia britannica.

L’Inghilterra disciplina in senso restrittivo le compravendite di cuccioli di cane e gatto: da adesso in poi, chiunque voglia prendere con sé un animale deve adottarlo da un rifugio, oppure rivolgersi direttamente ad un allevatore registrato, essendo stata vietata la vendita attraverso negozi di animali.

Gli allevatori senza licenza verranno sanzionati e potranno rischiare fino a sei mesi di galera. Inoltre, al fine di impedire di raggirare la legge, gli allevatori dovranno mostrare che i cuccioli interagiscono con le loro madri nel posto in cui sono nati. Aumentata anche l’età minima per la compravendita, che è stata fissata a sei mesi di vita.

Il legislatore è intervenuto per porre fine alla terribile piaga delle puppy farms, allevamenti spesso non in regola dove grandi quantità di cani e gatti vedono la luce in pessime condizioni di salute, per essere poi ceduti a poche settimane di vita a venditori senza scrupoli. Il risultato è stato raggiunto grazie all’impegno decennale di una coalizione di associazioni per i diritti animali, che avevano lanciato una campagna informativa che aveva raccolto numerosi consensi.

La legge, in verità un emendamento al “The Animal Welfare (Licensing of Activities Involving Animals) (England) Regulations 2018” è entrata in vigore il 6 di aprile ed è stata soprannominata “Lucy’s Law”, in onore di un cucciolo di spaniel utilizzato come fattrice in un allevamento del Galles meridionale. Lucy alla fine venne fortunatamente salvata e adottata. La sua storia aveva commosso milioni di persone e ha ispirato questo importante cambiamento legislativo! Purtroppo la nuova legge non entrerà in vigore anche in Galles, in quanto le competenze sul benessere animale sono state trasferite dal parlamento di Westminster all’assemblea legislativa locale.

Ultime notizie

Lodi: sgominato traffico di cuccioli dall’Est Europa

Sequestrati anche 36 cuccioli, affidati ad associazioni animaliste e a privati. Di questi purtroppo 5 sono morti quasi subito per gravi patologie.⁠

La Cina ufficializza il bando alla vendita di carne di cane

Il 26 maggio è stata diffusa dal Ministero dell'Agricoltura una versione aggiornata dell'elenco delle "risorse genetiche di bestiame e pollame", che esclude i cani dalla lista di specie per le quali è consentita la riproduzione, l'allevamento, la compravendita e il trasporto per finalità commerciali.

Dal Pakistan una importante sentenza: “Kaavan libero”

Una storia a lieto fine che potrà rivelarsi molto importante in futuro nella battaglia per il riconoscimento dei diritti degli animali.

Wuhan mette al bando per cinque anni il consumo di carne di animali selvatici

La città di Wuhan ha bandito il consumo e l’allevamento di animali selvatici per finalità alimentari. Si tratta di misure che rientrano nella strategia cinese per impedire a nuovi agenti patogeni il salto di specie verso gli esseri umani.

USA: milioni di animali sani verranno soppressi negli allevamenti

Decine di macelli sono chiusi per epidemia e molti allevatori stanno uccidendo gli animali "in eccesso" che non riescono a macellare. Gli allevamenti intensivi funzionano secondo logiche industriali ma la “produzione” di animali non si può arresta spingendo dei bottoni.

Newsletter

Notizie simili

Send this to a friend