ALI aderisce alla campagna #EUforAnimals

Chiediamo che venga esplicitata l'attribuzione della competenza sul benessere animale al Commissario europeo competente.


Ascolta questo articolo

Animal Law Italia aderisce a #EuforAnimals, la campagna promossa dall’associazione belga GAIA e supportata da un numero crescente di organizzazioni in tutta Europa, che mira a porre il tema del benessere degli animali al centro dell’agenda delle Istituzioni europee.

Dopo il travolgente successo dell’iniziativa dei cittadini “End the Cage Age”, alla quale anche ALI aveva contribuito, riteniamo che sia arrivato il momento per le istituzioni europee di ascoltare le richieste della popolazione, avanzando coraggiose e ambiziose proposte legislative che vadano nella direzione di un migliore trattamento di tutti gli animali, recependo la mutata sensibilità sul tema, oltre che l’avanzamento nelle conoscenze scientifiche.

Ancora una volta, vogliamo ottenere questo risultato dando voce ai cittadini, per questo abbiamo lanciato una petizione che è possibile sostenere sul sito della campagna.


Cosa chiediamo?

Per ottenere questo importante obiettivo, chiediamo che all’interno della Commissione europea (il “Governo” europeo composto da Commissari, che possiamo definire i “ministri” europei) venga esplicitata l’attribuzione della competenza sul benessere animale al Commissario per la salute e la sicurezza alimentare, che quindi diventerebbe a pieno titolo “Commissario per la salute, la sicurezza alimentare e il benessere animale“.

Un cambiamento che vorremmo venisse anche rispecchiato nel nome della Direzione generale (il “ministero”) alla quale il Commissario fa riferimento. Questo passaggio consentirebbe di favorire un ruolo più proattivo del Commissario, già formalmente competente. Inoltre, l’esplicitazione di questa competenza contribuirebbe a limitare l’influenza di interessi economici o settoriali che spesso frenano lo sviluppo e la piena attuazione della normativa europea sul benessere animale.

Questa mancanza costituisce un limite anacronistico, precedente al solenne riconoscimento che gli animali sono esseri senzienti.

La mancanza dell’esplicita indicazione degli animali tra le competenze del commissario alla salute e sicurezza alimentare costituisce un limite anacronistico, risalente all’epoca precedente al trattato di Lisbona, che ha solennemente riconosciuto che gli animali sono esseri senzienti e l’Unione Europea deve impegnarsi a tenere pienamente conto delle loro esigenze in quanto tali.


Cosa posso fare?

Ti chiediamo di sostenere questa importante campagna con una semplice firma della petizione. Ti chiediamo anche di coinvolgere i tuoi amici, condividendo un link a questa pagina.

Dopo aver firmato, seguici sui social network e iscriviti alla newsletter per aggiornamenti su questa e altre campagne per il cambiamento dello status degli animali in Italia e in Europa.

@ GAIA

Ultime notizie

Sostieni il nostro impegno!

Una donazione libera anche di pochi euro può contribuire alla realizzazione dei nostri scopi.

Resta aggiornata/o!

Leggi anche: