Uniti per chiedere una #EuropaSenzaGabbie

Da leggere

Europa senza gabbie: oltre 90.000 le firme convalidate in Italia!

Le firme validate nel nostro Paese sono 90.085, pari al 93,34% delle 96.513 totali che erano state presentate.

La Cina ufficializza il bando alla vendita di carne di cane

Il 26 maggio è stata diffusa dal Ministero dell'Agricoltura una versione aggiornata dell'elenco delle "risorse genetiche di bestiame e pollame", che esclude i cani dalla lista di specie per le quali è consentita la riproduzione, l'allevamento, la compravendita e il trasporto per finalità commerciali.

Dal Pakistan una importante sentenza: “Kaavan libero”

Una storia a lieto fine che potrà rivelarsi molto importante in futuro nella battaglia per il riconoscimento...

Martedì 25 settembre, a Bruxelles, la più grande coalizione europea di ONG mai riunitasi ha lanciato una iniziativa per chiedere la fine dell’uso di ogni tipo di gabbia per allevare animali a scopo alimentare.

All’iniziativa, svoltasi al Parlamento europeo, era presente anche Animal Law, insieme a decine di rappresentanti delle oltre 100 organizzazioni aderenti, presenti in 24 paesi europei. Al termine della presentazione, è stata inaugurata anche una mostra dedicata.

La coalizione dovrà raccogliere, nell’arco di un anno, un milione di firme affinché la Commissione Europea si pronunci su questo argomento, potenzialmente portando un enorme cambiamento nel sistema della produzione di cibo, il più monumentale impatto sul sistema dell’allevamento mai avvenuto finora.

Le specie che oggi sono ancora legalmente allevate in gabbia nell’Unione europea sono conigli, galline, quaglie, scrofe e vitelli. Si tratta di oltre 300 milioni di animali ogni anno, che sono costretti a vivere in condizioni di grave compromissione delle proprie esigenze etologiche, non potendo manifestare comportamenti naturali specie-specifici.

In Italia hanno aderito 16 associazioni: Amici della terra Italia, Animal Equality, Animal Law, Animalisti Italiani, CIWF Italia Onlus, Confconsumatori, ENPA, Il Fatto Alimentare, LAC – Lega per l’abolizione della caccia, LAV, Legambiente, Lega Nazionale per la Difesa del Cane, LEIDAA, Jane Goodall Institute Italia,Partito Animalista, Terra Nuova, Terra! Onlus.

Altri lanci nazionali sono previsti in ottobre in diversi Stati membri (Francia, Spagna, Italia, Grecia, Polonia, Olanda) per creare maggiore consapevolezza e per raccogliere sostegno da parte dei cittadini europei per mettere fine all’uso delle gabbie. In Italia l’evento di lancio si terrà il 16 ottobre alla Camera dei Deputati con una conferenza stampa e l’installazione di una mostra dedicata.

Ultime notizie

Uno studio conferma: cani e gatti non diffondono il nuovo coronavirus

La ricerca ha riguardato 540 cani e 277 gatti, prevalentemente in Lombardia e regioni limitrofe, sottoposti a tampone da marzo a maggio 2020.

Taglio delle code dei maiali: l’Italia si adegua (forse) alle norme europee

Nonostante le resistenze dell'industria, si inizia finalmente a "sperimentare" quanto già previsto dalla Direttiva suini del 2008.

Paesi Bassi: oltre 620.000 visoni uccisi per il virus

Salgono a venti gli allevamenti interessati dagli abbattimenti, dopo la scoperta che in almeno due casi i visoni avevano contagiato i lavoratori.

EuropaSenzaGabbie: l’Italia arranca nella classifica dei Paesi UE

Oggi insieme alle altre associazioni appartenenti alla Coalizione italiana End the Cage AgeDella coalizione fanno parte le seguenti associazioni: Animal Equality Italia,...

In Germania nuovo lockdown dopo l’esplosione di un focolaio in un mattatoio

La struttura è situata nel Nord-Ovest del Paese. Sono almeno 1.550 i lavoratori contagiati e 7.000 i familiari in quarantena.

Newsletter

Notizie simili

Send this to a friend